Archivio mensile:Giugno 2018

Steve Albini

Steve Albini vince l’evento del Seven Card Stud del World Series of Poker

Steve Albini ha avuto una carriera leggendaria come musicista e produttore esibendosi in gruppi come i Big Black e Shellac e prestando servizio come tecnico di registrazione per artisti del calibro di Nirvana, Pixies e innumerevoli altre band.
Il 55enne di Chicago può ora aggiungere la vincitoria del braccialetto d’oro delle World Series of Poker accanto alla lista di tutti i suoi successi musicali.
Albini ha superato 310 giocatori per vincere il Seven Card Stud da 1,500 dollari riuscendo a vincere in un tavolo finale che includeva artisti del calibro di Frankie O’Dell, Chris Ferguson e Jeffrey Lisandro.
Albini ha detto ai giornalisti delle WSOP che il due volte vincitore del braccialetto Brandon Shack-Harris è stato di grande aiuto per portarlo nella cerchia dei vincitori.

“”Gli devo moltissimo per il mio sviluppo come giocatore, devo molto al mio gruppo di pari e a tutte le persone con cui gioco sempre a Chicago, sono tutte persone amichevoli che sono aperte con le loro conoscenze, devo un enorme debito di gratitudine a mia moglie Heather, c’erano molte cose complicate a casa””

Oltre al denaro e al braccialetto, Albini è stato anche premiato con altri 480 giocatori come Giocatore dell’Anno per aver vinto questo evento, questo è stato il suo primo tavolo finale nel 2018, e la vittoria lo ha portato al 670° posto nella classifica Player of the Year 2018.

Albini è arrivato nell’ultimo giorno in quinta posizione con nove giocatori rimasti, Chris Ferguson è partito alla grande, eliminando Stephen Rivers al nono posto (6,451 dollari) e Esther Rossi all’ottavo posto (8,355 dollari) per conquistare il comando.

Katherine Fleck ha mandato Michael Moore al settimo posto (11,095 dollari), Albini si è mantenuto alla portata della cima della classifica eliminando Paul Sexton al sesto posto (15.096 dollari), Ferguson ha esteso il suo vantaggio quando ha eliminato Frankie O’Dell al quinto posto (21,035 dollari).

Albini ha modificato drasticamente il panorama al tavolo finale vincendo un enorme piatto contro Ferguson salendo in testa.
Poco dopo Ferguson è stato eliminato piazzandosi al quarto posto (29.999 dollari).

Lisandro ha eliminato Katherine Fleck al terzo posto per impostare l’heads-up finale contro Albini, Fleck ha guadagnato 43.765 dollari per la sua corsa profonda in questo evento.
Albini ha iniziato con un leggero vantaggio su Lisandro durante l’heads-up per poi riguadagnare il vantaggio e vincere alla grande.

Ecco uno sguardo ai pagamenti e ai punti POY assegnati al tavolo finale:

Posto Giocatore Guadagni (Dollari ) Punti POY
1 Steven Albini 105.629 480
2 Jeffrey Lisandro 65.282 400
3 Katherine Fleck 43.765 320
4 Chris Ferguson 29.999 240
5 Frankie O’Dell 21.035 200
6 Paul Sexton 15.096 160
7 Michael Moore 11.095 120
8 Esther Rossi 8.355 80

Phil Ivey

Phil Ivey vince Triton Poker Montenegro da 250.000 dollari

“Phil Ivey è una leggenda vivente nel mondo del poker, ma il dieci volte vincitore del braccialetto World Series of Poker non è stato visto molto nel circuito dei tornei internazionali negli ultimi anni. Ivey ha mantenuto un basso profilo mentre era coinvolto in una battaglia legale sulle vincite del baccarat.
Il 41enne non aveva registrato un cash live dal gennaio 2016, ma ha concluso questa settimana vincendo vittorioso nel Triton Super High Roller Series 2018 del Montenegro da 250,000 dollari HKC.

phil-ivey
Ivey è sopravvissuto a un totale di 61 giocatori vincendo 617,396 dollari, portando i suoi guadagni dal vivo a 24.083.744 dollari.
Il poker a mazzo corto (noto anche come six-plus hold’em) utilizza solo 36 carte, con i due, tre, quattro e cinque rimossi.
Gli assi giocano sia come la parte superiore di una scala broadway sia come un cinque per completare una scala a nove.
Come conseguenza del numero ridotto di carte, le scale diventano più comuni mentre i colori sono meno probabili.
Di conseguenza, il gioco viene comunemente giocato con un colore che batte un full, il gioco è incredibilmente popolare nella scena del poker high stakes in Asia.
L’ultimo giorno dell’evento è iniziato con nove giocatori rimasti, Alan Sass è in testa con 2.775.000 in chips, con i migliori professionisti del poker internazionale come Daniel “”jungleman12″” Cates, Jason Koon e Ivey.
Alla fine è arrivata la resa dei conti finale tra Ivey e Cates, con il successivo gioco heads-up con una chip lead da 4 a 1.
Ivey è stato in grado di combattere e alla fine ha costruito un vantaggio suo rispondendo all’all-in dell’avversario e vincendo alla grande.

Ecco uno sguardo ai pagamenti e ai punti POY assegnati in questo evento:

Posto Giocatore Guadagni Punti POY
1 Phil Ivey 617.396 Dollari 504
2 Daniel Cates 415.870 Dollari 420
3 Gabe Patgorski 251.810 Dollari 336
4 Jason Koon 173.420 Dollari 252
5 Furkat Rakhimov 119.340 Dollari 210
6 Ivan Leow 89.570 Dollari 168
7 Alan Sass 72.800 Dollari 126
8 Wai Yong 63.440 Dollari 84
9 Mikhail Smirnov 61.490 Dollari 42